La fisica dell’arrampicata

Corde, moschettoni, forze d’attrito, carrucole, prese, nodi…
…QUESTA E’ L’ARRAMPICATA!!!
Forse non tutti sanno che la curiosità scientifica tipica dei fisici ha portato alla nascita e allo sviluppo di questo sport. Intorno al ‘500-‘600 l’uomo pensava che raggiungendo la cima di una montagna avrebbe trovato risposte ad alcune delle sue domande. E’ stata principalmente la curiosità a spingere gli uomini ad intuire i principi fisici che oggi, grazie a studi più approfonditi, sappiamo essere la base di uno sport come l’arrampicata. Se prendiamo ad esempio in considerazione le suole delle scarpe, esse sono fatte di plastica,  poiché è materiale che garantisce il massimo sfruttamento della forza d’attrito. Un altro fattore importante è l’elasticità delle corde, anzi, la loro anelasticità! Infatti queste, grazie al materiale di cui sono fatte, allungandosi, riescono ad assorbire la maggior parte dell’energia elastica nel momento di una caduta dalla parete. Le corde sono anche fatte in modo tale che possano raggiungere la loro massima estensione nel maggior tempo possibile; ciò fa si che, per il teorema dell’impulso, il corpo sia soggetto ad una forza minima, in modo da rimanere sospeso in aria senza subire danni. Quindi l’arrampicata è un ottimo modo per sperimentare la fisica sul proprio corpo!

L’attività “La fisica dell’arrampicata” è stata tenuta dai professori Enrico Bernieri e Carlo Meneghini, che hanno unito la loro esperienza della fisica alla passione per l’arrampicata.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...